“Tutta la Città insieme!” sul progetto definitivo dell'Ex Manifattura Tabacchi e Palazzo Gritti.

“Abbiamo votato la variante di interesse pubblico, ma qual è il criterio per indicare la 'entità non rilevante' della difformità urbanistica? “Tutta la Città insieme!” torna sull'approvazione del progetto definitivo dell'Ex Manifattura Tabacchi e Palazzo Gritti, passata ieri in Consiglio comunale. “Ho votato la delibera – spiega il consigliere comunale Giovanni Andrea Martini - perché la variante era di interesse pubblico. Ma, a costo di rimanere da solo - com'è successo -, ho presentato anche una mozione collegata, perché volevo che rimanesse agli atti il fatto che è stato utilizzato un metodo che permette qualsiasi cosa, dalla più buona alla più cattiva, ossia l'approvazione in Consiglio comunale di difformità rispetto agli strumenti urbanistici ed edilizi in base a criteri non meglio precisati”. “Invito i cittadini a guardare i rendering che sono stati presentati in Consiglio – sottolinea Martini – perché dimostrano chiaramente che non si tratta di interventi così irrilevanti, ma anzi, piuttosto impattanti. Lungi da me dare giudizi architettonici o negare che dovessero essere costruiti passaggi coperti per gli spostamenti all'interno degli spazi della Cittadella, ma mi chiedo: quante altre cose sono state approvate in questo modo in passato? E quante lo possono essere in futuro?”