Ava torna sul rischio dell'immissione di capitali illeciti.

Ava, l'associazione degli albergatori veneziani, torna sul rischio dell'immissione di capitali illeciti, facilitata dalla situazione di enorme crisi in cui versano molte strutture ricettive, in conseguenza dell'emergenza covid19.


Una criticità da me sollevata in consiglio comunale alcune settimane fa.


La frequenza con cui l'associazione di categoria tiene viva l'attenzione sulla questione fa capire quanto il pericolo sia concreto, e quanto sia necessario monitorare ed avere puntuale chiarezza sui movimenti di capitali.


Venezia è un piatto che in questa situazione più che mai può fare gola a investitori pericolosi.

Vigiliamo ed impediamo che questo rischio si trasformi in realtà.