Report delle attività dell'associazione nel 2021

Di seguito è disponibile il report delle nostre attività durante il 2021, stilato da Giovanni Andrea Martini, Consigliere Comunale dell'associazione.


"Un anno difficile questo primo anno di Consiglio Comunale. Difficile perché si è respirata aria di democrazia "transennata", sempre relegati in finestrine digitali con la motivazione poco credibile di precauzioni anti-Covid.

Le sedute di commissione e di Consiglio si sono snodate con pesanti limitazioni di esprimere le proprie ragioni e con spazi limitatissimi per la partecipazione della cittadinanza. A questo si aggiunga una gestione assolutamente poco imparziale di chi presiedeva commissioni e consiglio.

Non siamo stati una opposizione molto efficace. Siamo pochi e poco inclini al gioco di squadra. C'è chi è pronto a passare dall'altra parte, chi è interessato più a fare le scarpe ai compagni che alla maggioranza, chi è legato a schemi di partito che sono molto più vicini ai fucsia che a noi.

Quasi tutti hanno accettato di bere un caffè insieme, scambiarci idee in zoom o al telefono, ma siamo lontani da costituire un blocco unitario. In alcuni casi confesso io stesso di non aver potuto o voluto giocare assieme. A volte la scelta di non condivisione dipendeva da una distanza di fondo, che rimane ancora oggi, su alcuni temi come, ad esempio, grandi navi, 'soluzione Marghera', residenza ecc.

Della maggioranza e della Giunta quello che almeno personalmente infastidisce è raccontare una storia che è sostanzialmente l'opposto delle scelte che vengono operate. La più grande in assoluto è la Fondazione 'Venezia capitale mondiale della sostenibilità'. Le scelte più lontane dalla tutela dell'ambiente vengono svelate come green. Una Giunta Spa = Supermercati, Parcheggi, Alberghi che ha obiettivi opposti rispetto a quelli che l'Europa indica.

E poi i grandi temi della città: la casa, il lavoro, la sicurezza, i giovani, sono sbandierati come successi, mentre sono obiettivi lontanissimi dall'essere avvicinati.

In questo primo anno quello che abbiamo cercato è stato il contatto e il dialogo costante con i cittadini, con le associazioni, con i movimenti, con i comitati. Abbiamo partecipato e a volte co-organizzato manifestazioni e presidi che avevano come scopo quello di far conoscere alla cittadinanza le problematiche più gravi o più urgenti che affliggono la nostra città.

La strada è ancora lunga e difficile, ma occorre non demordere e continuare a dimostrare quanto siano contrarie alla qualitàdella vita dei cittadini le scelte che l'Amministrazione fa. Questa "operazione verità" dovrebbe essere il principale obiettivo. E le proposte alternative, che dobbiamo far conoscere meglio.

Insomma la via del dialogo e della condivisione deve essere quella che contrapponiamo all'arroganza e alla carenza o assenza dei valori che portano alla difesa dei diritti uguali per tutti.

Non è che l'inizio, continuiamo senza timore."

Giovanni Andrea Martini

Contenuti:

  • Atti consiliari;

  • Attività svolte;

  • Temi e argomenti trattati;

  • Criticità;

  • Risultati ottenuti;

  • Obiettivi per il 2022;

REPORT 2021
.pdf
Download PDF • 1.11MB