Musei Civici: le parole di Giovanni Andrea Martini in Commissione Cultura

Ho chiesto che la Commissione Cultura venga convocata nuovamente a breve includendo le parti sociali, perché è preoccupante che le commissioni consiliari siano riunioni prive di un confronto reale sui problemi da affrontare, in cui non intervengono le parti interessate.

Gli operatori che fanno funzionare i Musei Civici sono lavoratori esternalizzati: sottopagati e sempre più privati di diritti. Dietro all'enorme patrimonio artistico-culturale ammirato e studiato da visitatori e studiosi di tutto il mondo, si nasconde un modello di gestione del lavoro che ha modalità di sfruttamento che sta diventando l’unico sistema lavorativo che viene proposto. Il covid, poi, non ha che peggiorato la situazione. Se il lavoro è una delle priorità della Giunta Brugnaro, com'è che il sindaco va a manifestare per il Porto, ma si dimentica di queste persone che – in tempi normali – permettono alla Fondazione Musei Civici di raggiungere gli incassi di cui si vanta? “Tutta la Città insieme!” chiede che venga ripensata con urgenza la gestione del personale impiegato nel settore della cultura a Venezia, garantendo dignità e valorizzando le competenze.