La disumanità del fondatore di Umana, sindaco di Venezia

La proposta del sindaco Brugnaro è sconcertante. I diritti sono per lui qualcosa di elastico, assegnabile di volta in volta, che hanno valenza diversa a seconda di chi sei. Se sei un migrante, te li devi guadagnare (meritare?) lavorando gratuitamente. Un salto indietro di qualche secolo. Certo, poi perché non creare dei bei ghetti, di nuova generazione? E dove sperimentiamo tutto questo? A Porto Marghera, luogo simbolo delle battaglie con cui sono stati conquistati diritti sociali e del lavoro. Il tutto proposto da chi ha costruito un impero grazie al lavoro precario (degli altri). La disumanità del fondatore di Umana nonché sindaco della nostra città è pericolosa. Inaccettabile. Non rimaniamo a guardare. Fermiamo quest'uomo, tutti insieme.