La crisi del lavoro a Venezia ai tempi del coronavirus: che fare?

Certo, la drammaticità della situazione è sotto gli occhi di tutti. Ma, dopo aver parlato con artigiani, commercianti, precari, lavoratori di cooperative, educatori museali, educatori scolastici, partite iva, una cosa è certa: l’intervento diretto e immediato dell’Amministrazine locale è indispensabile. Tradotto vuol dire una richiesta pressante al Governo, ma anche un intervento diretto dell’Amministrazione con la messa a disposizione di capitoli del bilancio. Come si fa, infatti, a continuare a pagare affitti e mutui durante la sospensione delle attività o la chiusura dei negozi? Nell’immediato occorre un intervento che aiuti chi si trova nella situazione di aver perso il lavoro o di non poter pagare un affitto, ma è evidente che va ripensato tutto un sistema che è lievitato esponenzialmente grazie ad un mercato turistico a cui sono mancate regole e attenzioni, e che è stato gonfiato dalle scelte miopi o volutamente orientate alla rendita e al profitto di questa amministrazione. Venezia da questa situazione deve uscirne con la tutela delle fasce colpite e con una opportunità che solo questa città ha, quella di diventare un laboratorio del mondo per ricostruire un nuovo modello di economia che solo qui possiamo direttamente sperimentare.

Supporta la nostra causa

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Resta sempre aggiornato sulle ultime novità
GIOVANNI ANDREA MARTINI SINDACO
  • White Facebook Icon
  • White Twitter Icon
  • White Instagram Icon

Campiello Mosca, 22

Santa Croce, Venezia, VE 30135

Ruga Giuffa, 4745 Castello, Venezia VE 30135

Via Castellana, 234/d

 Trivignano, Venezia, VE 30174

Via Bellini, 17

Mestre, Venezia, VE 30171

Via Triestina, 54 Favaro Veneto, Venezia, VE 30173​


info@tuttalacittainsieme.it