Meno armi e meno spese militari, più sostegno ed investimenti in sanità e scuola pubbliche.

A fronte dell'emergenza sanitaria e sociale che stiamo vivendo; a fronte dell'enorme impegno richiesto in particolare ad alcuni settori in prima linea, quali la sanità e la scuola, e dagli stessi profuso, nonostante i tagli e le privatizzazioni che li hanno ripetutamente colpiti negli anni; a fronte della necessità di stabilire priorità nella spesa pubblica e nel sostegno a determinate produzioni, sosteniamo con forza la richiesta, che giunge da più parti, non soltanto nel nostro Paese, di un cambiamento di rotta.

❗️Meno armi e meno spese militari, più sostegno ed investimenti in sanità e scuola pubbliche.